Abitazione in villini all'asta in Via del podere zara, 131, interno 2, piano t-1-s1 a Roma (RM)

Descrizione

Quota pari a 1/1 del diritto di proprietà su porzione di villino bifamiliare (indicato nella perizia quale BENE N.1) sito in Roma, Via del Podere Zara, 131, interno 2, piano T-1-S1, composto catastalmente da dieci vani. Attualmente è difforme dalla planimetria catastale, come meglio rilevato nell’elaborato peritale in atti cui si rimanda, e risulta così composto: piano primo n. 2 bagni, n. 3 camere da letto, balcone, scale di collegamento; piano terra, bagno, salone, studio, corte esclusiva, portico, scale di collegamento; piano seminterrato, salone, bagno, cameretta, cucina, zona pavimentata esterna, locale caldaia, scale di collegamento. Confinante con: part. 879 sub 3 corte esclusiva al sub 5, part. 879 sub 7 attuale garage, part 879 sub 4 altra unità immobiliare int 1, part 879 sub 2 corte esclusiva al sub 4, salvo altri; Dati catastali: censito al Catasto Fabbricati del Comune di Roma, al foglio 351, particella 879, subalterni 3 e 5 graffati, zona cens. 5, categoria A/7, classe 6, consistenza 10 vani, superficie catastale 228 mq, rendita € 2.298,23 NONCHE’ su garage (indicato nella perizia quale BENE N.2), sito in Roma, Via del Podere Zara, 131, interno 2, posto al Piano S1, consistenza catastale 40 mq. Attualmente è difforme dalla planimetria catastale in quanto risulta essere stato realizzato al suo interno un locale lavanderia ed un locale ripostiglio, come meglio rilevato nell’elaborato peritale in atti cui si rimanda. Confinante con: part. 879 sub 3 corte esclusiva al sub 5, part. 879 sub 5 villino, terrapieno, salvo altri. Dati catastali: censito al Catasto Fabbricati del Comune di Roma al foglio 351, particella 879, subalterno 7, zona cens. 5, categoria C/6, classe 6, consistenza 40 mq, superficie catastale 44 mq, rendita €245,83. Regolarità urbanistica – edilizia: la costruzione dei suddetti immobili è stata realizzata in virtù di concessione edilizia n. 355/C rilasciata del Sindaco del Comune di Roma in data 20 aprile 1993 con progetto n. 14201/1992. Nell’elaborato peritale si legge che “allo stato attuale, per gli abusi e/o difformità rilevati tra lo stato dei luoghi e la planimetria catastale non risultano presentate istanze in sanatoria dai proprietari né a parere dello scrivente possono essere sanate in base al combinato disposto degli artt. 45 comma 5° del DPR 6 giugno 2001 n 380 e 40”. Dalla perizia emerge inoltre che per talune opere realizzate in difformità della concessione edilizia, in data 20 febbraio 1995 è stata presentata all’ufficio condono edilizio del Comune di Roma domanda di sanatoria protocollata al n. 18606 riguardante il cambio di destinazione del solo piano interrato da cantina ad abitazione ed ampliamento del piano terra e primo e successiva istanza di trasmissione di documentazione aggiuntiva del 21/03/1996 prot. 13835, ma la concessione in sanatoria non è stata rilasciata. Parti comuni e servitù: nell’elaborato peritale in atti è indicato che “dall’elaborato planimetrico in atti risultano essere beni comuni non censibili la rampa e il camminamento identificati con il Sub. 1 vedi allegato n. 4 della stessa. Nell’atto di compravendita repertorio 33644 del 11 febbraio 1993 racc. 8169 all’art. 9 si fa riferimento alla servitù perpetua vedi allegato documentazione ufficio condono”. Il tutto come meglio descritto nell’elaborato peritale e nella integrazione allo stesso depositati in atti cui si rimanda.

Codice

LTT6879013

Prezzo base

€ 527.000,00

Offerta minima

€ 395.250,00

Rialzo minimo

€ 5.000,00

Tipologia

Abitazione in villini

Luogo

Via del podere zara, 131, interno 2, piano t-1-s1, 00168, Roma (RM)

Data vendita

22/09/2022 15:00