Abitazione di tipo civile all'asta in Viale eritrea 154 a Roma (RM)

Descrizione

BENE N. 1: Quota pari ad 1/1 del diritto di piena proprietà dell’appartamento ubicato a Roma (RM) Viale Eritrea 154, interno 5, piano terzo, quartiere Trieste, noto anche come quartiere Africano; l’appartamento è composto da ingresso con ripostiglio, soggiorno-pranzo, quattro camere di cui una con cabina armadio, due bagni, cucina, disimpegno con armadi a muro e balconi; fruisce inoltre di vano ripostiglio pertinenziale collocato al piano ottavo del fabbricato. Identificato al Catasto Fabbricati al foglio 566, particella 123, Sub. 34, Z.C. 3, Categoria A/2, classe 3, consistenza 8 superficie catastale lorda 164 mq circa, Rendita catastale euro 2.148,46. L’appartamento al piano terzo, identificato dall’interno 5, confina con vano scala, appartamento interno 6, Viale Eritrea, distacchi. La cantina pertinenziale posta al piano ottavo del fabbricato, distinta dal n. 5, confina con corridoio di accesso, terrazzo non accessibile e ripostigli proprietà ----------- o aventi causa. La costruzione è stata edificata nei primi anni 50 dalla Società di Costruzioni degli Ingegneri Ghira a seguito dell’approvazione dei progetti n. 31051/1948 e n. 13570/1950, con emissione del certificato di abitabilità 661 del 15 maggio 1956. L’abitazione fu ristrutturata completamente a seguito di presentazione di Dichiarazione di inizio lavori Asseverata (D.I.A.) protocollo 11370 del 04/03/2008 Municipio II – Dichiarazione di fine lavori in data 03/11/2010 con D.I.A. protocollo n. 57558. La planimetria catastale non risponde pienamente allo stato dei luoghi come rappresentato nell’elaborato peritale. In base alla perizia la planimetria catastale non risponde pienamente allo stato dei luoghi, perfino per un errore grafico nella rappresentazione del bagno principale, col quale l’ampliamento verso la camera attigua al bagno è erroneamente rappresentato. Quindi, relativamente al terrazzino, si dovrebbe ripristinare la situazione originaria con l’eliminazione degli infissi che hanno precluso il terrazzino e non consentono la corretta areazione della camera, mentre per riportare l’unità immobiliare alla regolarità edilizia si dovrà presentare una Comunicazione d’inizio Lavori tardiva nella quale sarà da chiedere il ripristino dei luoghi, ovvero lo smontaggio degli infissi che chiudono il terrazzino e contestualmente dichiarare la realizzazione della cabina armadio, depositando inoltre il docfa di variazione catastale con la planimetria attuale dell’abitazione. Si annota che nel procedere alla variazione catastale dell’abitazione, secondo l’attuale normativa dell’Agenzia delle Entrate Servizi catastali, il ripostiglio dovrà essere frazionato dall’abitazione con la presentazione di un docfa autonomo, col quale il ripostiglio avrà un subalterno specifico, nuova planimetria e autonoma rendita catastale, pur rimanendo pertinenza dell’abitazione. Costi previsti per la CILA: diritti amministrativi euro 251,24, sanzioni euro 1.000,00 per la CILA con predisposizione dei grafici di progetto, relazione tecnica e collazione dei documenti da allegare e inviare tramite SUET al Municipio II, euro 2.800,00 comprensivi di oneri di legge, Docfa di variazione catastale per l’abitazione e docfa di variazione per il ripostiglio: costo previsto, euro 1.200,00 comprensivi di oneri di legge. Totale complessivo per le suddette opere euro 5.251,24, che vengono approssimate per eccesso a euro 5.300,00. Gli oneri per l’eventuale rimozione di mobili relitti saranno a carico dell’aggiudicatario. Il tutto come meglio descritto nell’elaborato peritale depositato in atti. Stato occupazione immobile: L’appartamento è occupato dal debitore esecutato e dalla sua famiglia. L’aggiudicatario potrà chiedere la liberazione al decreto di trasferimento.

Codice

LTT7320233

Prezzo base

€ 612.200,00

Offerta minima

€ 459.150,00

Rialzo minimo

€ 10.000,00

Tipologia

Abitazione di tipo civile

Luogo

Viale eritrea 154, 00199, Roma (RM)

Data vendita

11/01/2023 15:00